NOOOO! HA LA FEBBRE!

Ti è mai capitato, mamma, di guardare il tuo bambino e ti sembrava un pò strano, con gli occhioni lucidi e un pò triste... hai appoggiato le tue labbra sulla sua fronte e noooo! Ha la febbre!!


Tranquilla mamma, la febbre non è una malattia, bensì un sintomo e si manifesta quando la temperatura corporea, normalmente tra i 36 e i 37,2 C si innalza di 0,5° al di sopra dei suoi valori normali. E’ la prima arma di difesa del nostro organismo contro virus e batteri.
Quando la febbre dura più di 24 ore, è consigliabile identificare le sue cause per affrontarle nella maniera più appropriata, ovviamente rivolgendosi al proprio pediatra.




Poiché ogni infezione è potenzialmente in grado di provocare febbre, bisogna valutare altri ulteriori sintomi per individuare il problema ad esempio tosse, raffreddore, vomito, diarrea, macchie sul corpo ecc.
La febbre si misura con il termometro. In commercio ne esistono di varie tipologie: vetro a mercurio, digitale, auricolare, infrarossi ecc. ma è importante ricordare alcune piccole indicazioni:

Per i bambini sotto 1 anno di età il metodo migliore è quello rettale, posizionandoli sulla schiena tenendo sollevate la gambe o a pancia in giù. La punta lubrificata del termometro va inserita delicatamente nel retto. Importante è tenere fermo e tranquillo il bambino il tempo necessario alla misurazione. La temperatura rettale è superiore di 0,5° C rispetto quella cutanea esterna, per cui è necessario togliere 5 linee dal risultato ottenuto.

Per misurare la febbre in bocca è necessario non assumere cibi caldi o freddi per mezz'ora prima della misurazione, non per non alterare il risultato.

Nella classica misurazione ascellare il termometro va posizionato a contatto con la pelle asciutta.


Non misurare la temperatura appena il bambino si è svegliato ed è ancora coperto, subito dopo una corsa o aver sudato in quanto potrebbe subire alterazioni.

Ribadendo la necessità di recarsi dal proprio pediatra che valuterà il quadro di salute in generale, ecco qualche consiglio in più: lasciare riposare il bambino, provare a farlo bere poco ma spesso anche bevande zuccherate come thè o succo di frutta; non sforzarlo a mangiare e comunque optare per una dieta leggera e digeribile. Non coprirlo troppo anche se lamenta freddo, non riscaldare troppo la sua stanza (18°-20° è la temperatura ideale) Se la febbre dovesse salire fino ai 38°C e oltre, sono ottime delle spugnature tiepide su fronte, polsi e caviglie e un antipiretico. In casi peggiori, ad esempio se il bambino non riesce a stare sveglio, presenta labbra o unghie blu, ha convulsioni o difficoltà respiratorie, è bene recarsi al pronto soccorso.


Queste note hanno solo finalità informative e non sostituiscono la diagnosi del pediatra



Scritto da LInda Zuin
Immagini: http://www.infermieriperlasalute.it 

Cocktail Mimosa


Semplicissimo da fare e delizioso... Perfetto per festeggiare il giorno della donna!!!
Originalmente va servito con Champagne ma questa volta io l'ho preparato con Prosecco che avevo già a casa.




Ingredienti:

Per un bicchiere di mimosa,

1 bicchiere di spremuta d'arancia
Succo di arancia
Prosecco
Zucchero di canna
Flute

Iniziamo mescolando la spremuta di arancia con il succo, questo serve per addolcire un po, assaggiare e aggiungiere lo zucchero di canna a piacere. Versate piano il Prosecco ghiacciato, mescolate un pò e servite.



A me piace che il gusto sia un pocchino aspro. Ma se a voi piace un po più dolce va benissimo lo stesso.

Potete anche abbinarlo allo Snack Mimosa e diventa uno spuntino perfetto.

Auguri a tutte le bellissime donne che ci seguono. Bacione!
Mariana.



Blogger e Foto: Mariana Glvz.

Zucchero a velo colorato


Con lo zucchero a velo colorato possiamo dare un tocco d'effetto ai nostri dolci in modo pratico e semplice. Sulla panna o il gelato, sui biscotti o dessert. Possiamo provare anche a metterlo dentro l'impasto delle nostre ricette. Se ci fermiamo di qualche step otteniamo lo zucchero granulato colorato, da utilizzare per decorare i bordi dei bicchieri bagnandoli previamente con succo di arancia o limone o a strati dentro vasi trasparenti.

Il materiale di cui abbiamo bisogno è:
Zucchero semolato.
Colorante alimentare preferibilmente in pasta.
Tritatutto.
Cucchiaio.
Sacchettini alimentari di plastica
Tovagliolo di carta.



Si fa in questo modo:
Con un cucchiaio mettiamo dentro di un sacchetto alimentare di plastica lo zucchero nella quantità che desideriamo. Aggiungiamo una punta di colorante alimentare in pasta o 4-5 gocce di colorante liquido. Massaggiamo con le dita lo zucchero per far si che prenda il colore. Se troviamo che lo zucchero e molto umido, possiamo trasferirlo su un tovagliolo di carta e farlo asciugare per mezz'oretta circa. Una volta asciutto controlliamo il colore e se lo desideriamo più intenso ripetiamo i passi precedenti. Da avere in conto che lo zucchero a velo presenterà un colore più tenue una volta pronto.

 


Poi mettiamo lo zucchero dentro il tritatutto e maciniamo per due o tre minuti fin che non diventa impalpabile.

 


Possiamo metterlo via per usarlo all'occorrenza o utilizzarlo subito per decorare i nostri dolci.





Foto e testo: Sonia Lopez per Tempo di Festa.






Snack Mimosa

La festa della donna è una festività internazionale nata per ricordare i sacrifici, le difficoltà e gli abusi che le donne hanno subito nel corso dei secoli per riuscire ad affermare, riscattare, libertà, dignità, ed emancipazione insomma, vere conquiste sociali, politiche ed economiche.



IN CASO DI.... SOFFOCAMENTO

MANOVRE DI DISOSTRUZIONE DELLE VIE AEREE


Può succedere a chiunque e purtroppo i dati parlano chiaro: ogni anno, in Italia, più di 50 bambini muoiono per soffocamento da corpo estraneo.

Festa di Carnevale

Felice Martedì grasso a tutti! oggi per restare in tema vi presento la nostra festa di carnevale!



Bellissima giornata d'inverno anche se faceva freddo ci siano preparati tutti in maschera per passare belli momenti in compagnia.

Nella festa non potevano mancare le maschere per decorare  l'ambiente, i nostri colori principali  sono stati il viola, nero, verde, giallo e oro, colori tipici del mardi gras.


Ecco gli inviti preparati per l'evento.



Abbiamo preparato un tavolo dolce (sweet table) con i dolci classici del carnevale frittelle e galani, biscotti, torte e pasticcini tutti rigorosamente fatti in casa come qui è abitudine, noi abbiamo portato i biscotti a tema realizzati da Michela cake design e sempre a tema deliziosi cupcakes realizzati da Nadja cake design,  cake pops e macarons per arricchire il buffet.













Decorazioni con maschere, catenine colorata, palloncini e i prodotti del nostro kit stampabile di carnevale.  e il coordinato per il tavolo sempre a tema

















Ma lo più bello in assoluto è stato vedere a tutti in costumi piccoli e grandi, vederli mangiare, ballare e ridere..























Il kit per stampare lo puoi trovare nello shop 

E per quelli furbacchioni che non assistono in maschera oppure semplicemente per divertimento ecco il photopooth 


CREDITS:
Party stylist : Tempo di festa
Stampabili: Tempo di festa
Fotografia: Sandra Molina
Biscotti decorati: Michela Cake design
Cupcakes: Na Cake Design