Alveare Piñata


Fare una piñata (in italiano pentolaccia) e molto più semplice di quanto si pensi e renderà la vostra festa più divertente che mai!! 


Possiamo creare tutto ciò che ci pare.



Questa volta ho deciso fare la forma di un simpatico alveare con le api.





Avrete bisogno di:
Acqua
Farina
Pezzetti di giornale
Un palloncino grande gonfiato
Carta velina gialla
Forbici
Matita
Pennarelli colorati (giallo e nero)
Colla
Spago

Come Fare:
1. Mettere l'equivalente di quattro tazze di acqua in una ciotola. Aggiungiamo poi due tazze di farina e mescoliamo il tutto per bene . Mettiamo tutto sul fuoco continuando a mescolare fino ad ottenere un impasto denso che poi in un secondo momento lasciamo raffreddare.

Questa miscela ci servirà come colla per creare la nostra piñata.

2. Prendere un po' di questa "colla" con l'aiuto di uno dei pezzettini di giornale e spalmarla sulla superficie del pallonccino, così fino a coprirlo quasi completamente. (la parte superiore la lasciamo scoperta:3-4 cm).Applichiamo altri 2-3 strati di pezzettini di carta al palloncino, riempiendolo tutto e creando una struttura sempre piu' compatta. Lasciamo assciugare il tutto per tutta la notte.






3. Quando il nostro nuovo uovo di "carta" é completamente asciutto facciamo scoppiare il vero palloncino all'interno. La forma di carta restera' perfetta e così abbiamo la nostra base di piñata pronta per cominciare a lavorare!!!


4. Ritagliamo dei cerchietti con la carta velina, tanti quanti ne servono per coprire tutta la superficie della piñata, come vedete nella figura sotto.



5. Prima di coprire la parte alta con i cerchietti  facciamo due buchi laterali con la forbice per poi far pasare lo spago, che una volta annodato ci servira come gancio. 
6. Adesso disegnamo delle simpatiche api su un cartoncino, le ritagliamo e le coloriamo. Poi le incolleremo tutuu intorno alla Piñata.




7. La nostra piñata è finita; ora basta riermpirla di caramelle e dolciumi vari per i bambini.

Saranno felicissimi....vedrete!






Blogger, Foto e Idea originale: Mariana Glvz.

Nessun commento:

Posta un commento