il ritmo sonno-veglia dei neonati

Si sa, dopo una notte insonne senza essere riusciti a chiudere occhio, è veramente dura affrontare serenamente la giornata successiva. E soprattutto se, invece di essere stati a ballare fino alle 4 del mattino come i bei tempi andati, siamo rimasti a cullare il nostro pargolo - che non ne voleva proprio sapere di dormire e ci guardava con i suoi adorabili e sveglissimi occhioni  - beh.... allora ce lo leggeranno in faccia quante ore di sonno ci mancano!
 


Pazientanti i primi fatidici '40 giorni' circa, durante i quali un pò tutto è concesso, ci piacerebbe tanto che il nostro piccolo si adeguasse un pò a noi.... Vorremmo cioè che perlomeno capisse quale è il giorno e quale la notte, o meglio, quando si mangia, gioca, sonnecchia, si fa il bagnetto e la pupù e quando si dorme.



Dare il giusto rimo sonno-veglia al bambino non è così semplice; nelle prime settimane di vita il neonato gestisce autonomamente questo ritmo: faceva così nella pancia, non cambierà di certo abitudine adesso! E la futura mamma, così attenta al suo pancione, si sarà già resa conto dei suoi orari. Dopo l'iniziale 'ogni 3 ore' (pasto, cambio, riposino),  mamma e papà sperano che il loro cucciolo cominci a saltare un pasto notturno ed allungare il tempo della dormita.

Ricordiamoci però che i piccoli essenzialmente dormono quanto per loro sia necessario, quindi non preoccupiamoci se a noi sembra che dormano troppo o poco.


immagine: immagini.4ever.eu 

Intorno al 4° mese di vita, possiamo provare ad adeguare le loro abitudini ai ritmi di tutta la famiglia, in particolar modo se la mamma deve rientrare al lavoro dopo il periodo di congedo per maternità o se oltre a lui-lei, si devono gestire anche altri fratelli-sorelle e tutte le faccende domestiche.
Se proprio il nostro tesorino non ne vuole sapere, proviamo qualche trucchetto per fargli capire la differenza tra giorno e notte:

  • gli stimoli esterni sono fondamentali: giorno luce, notte buio. Non dico che di notte per muovervi in cameretta vi debbano servire gli occhiali a infrarossi, ma una lucina fioca da una abat jour sarà perfetta, anche per dargli il latte. Tecnica da adottare anche per il riposino pomeridiano: chiudete le persiane e fate un pò di buio nella stanza.
  • i rumori: dovrebbe valere la regola del buio, giorno rumore, notte silenzio, ma gli esperti suggeriscono dei rumori, chiamati 'bianchi' che servono proprio a far rilassare il piccolo: una ninna nanna cantata sottovoce, un phon acceso, la lavatrice, la radio a basso volume ecc. sono tutti considerati così rilassanti da aiutare il sonno.
  • non stimolate il piccolo in alcun modo: se si sveglia e piange, non precipitatevi nella stanza; magari ha solo perso il ciuccio o non riesce a girarsi come vuole. Fate con calma, rassicuratelo, coccolatelo, ma non perdetevi in sorrisi e giochi, rischiereste di svegliarlo di più invece di farlo addormentare!
  • cercate di resistere nel prenderlo in braccio. Finchè è un frugoletto piccino picciò, la cosa è senz'altro meravigliosa, ma provate a comprare un sacco da 10 kg di patate e cullarlo per una ventina di minuti..... portate una sedia per voi nella sua cameretta, all'occorrenza mettetela vicino al lettino e dategli un bacio sulla fronte e mille carezze, ma lasciatelo steso. 
  • ricordate che il bagnetto pre nanna è estremante rilassante.
  • cercate di mantenere lo stesso orario per metterlo sotto coperta, weekend incluso.
  • last but not least, cioè l'ultimo ma non il meno importante, la routine serale. Adottate una serie di azioni che gli facciano capire che 'dopo tutto ciò' si va a dormire: bagnetto, pigiamino, cambio pannolino, il latte (meglio se già nella sua cameretta sulla sedia per voi!), la ninna nanna, una storia da leggere -quando sarà più grandicello-... non è uno scema fisso, ma una serie di azioni quotidiane che danno risultati incredibili!
E se proprio il piccolo ha scambiato il giorno con la notte, chiedete consiglio al vostro pediatra: esistono dei sistemi omeopatici, come la camomilla o gli integratori di melatonina per aiutare il bambino a rilassarsi e a dormire meglio.
Buona notte.....


Linda Zuin
fotografie da web





Nessun commento:

Posta un commento