La Festa del papà


La festa del papà è un tipico appuntamento di marzo. Si festeggia il 19 di questo mese, giorno di San Giuseppe, la figura paterna per eccellenza della tradizione religiosa cattolica.



Il culto di  questo Santo trova riscontro già ai tempi del Medioevo proprio in questo giorno, data della sua morte. Oltre che protettore dei falegnami (che era la sua professione), viene considerato anche difensore degli orfani, ragazze nubili e poveri.
L'usanza di celebrare il padre,
arriva dagli  Stati Uniti, più precisamente nello stato della West Virginia dove, nel 1908, vennero celebrati 361 uomini, dei quali 250 erano padri di famiglia, che persero la vita in un incidente nella miniera di Monongah. Questa ricorrenza si festeggiò limitatamente alla zona nella quale accadde la tragedia. Pochi anni più tardi, una giovane donna di nome Sonora Smart Dodd, decise di dedicare un giorno speciale al suo papà, veterano di guerra che aveva cresciuto ben 6 figli da solo, durante il mese di giugno, in corrispondenza del suo compleanno. Restò per molto tempo una festività locale, ma nel 1966 il presidente Johnson stabilì ufficialmente il Father's Day, ovvero il Giorno del Papà, per onorare la figura paterna, la terza domenica di giugno, come ugualmente succedeva alla Festa della Mamma da oltre 50 anni prima....ma di questo parleremo a tempo debito.
Approdata in Italia, parve più logico spostare la celebrazione il 19 marzo.
Era considerata addirittura festa nazionale, mentre oggi è celebrata in forma più privata...e commerciale... nelle nostre case. I bambini si sbizzariscono in disegni, lavoretti, bigliettini e regalini, complici spesso (e volentieri!) le maestre e le mamme, un pò pasticciati a volte, ma carichi di amore e affetto come solo i nostri bambini sanno fare.
Siccome non ci smentiamo MAI da bravi italiani, abbiamo anche un dolce tipico a coronamento di questo giorno: le zeppole di San Giuseppe. Sono pasticcini ripieni di crema o marmellata, vengono sia fritti che cotti al forno, con la tipica amarena sulla sommità o al centro.. o una ciliegia....beh, poco importa: ogni Regione ha la sua ricetta ma vi garantisco che sono buonissime!

immagine: www.lionkingforumcommunity.net

E nel resto del mondo?
In America, abbiamo già detto, si celebra a giugno. Una buffa tradizione del Sud è quella di accendere falò nelle città, che i padri coraggiosi si sfidano a saltare... (a mio parere anche pericoloso...).
In Danimarca, oltre che il papà, si celebra la Costituzione lo stesso giorno.
In Russia, il concetto di paternità è inteso anche come difensore della patria, quindi con un significato più.... militare e si festeggia il 23 febbraio, giorno del primo reclutamento dell'Armata Rossa.
In Francia, i bambini regalano rose rosse ai papà in vita, mentre quelli 'che non ci sono più', vengono omaggiati con rose bianche.
Anche in Inghilterra i papà ricevono fiori e cioccolatini, un pò come a San Valentino...
In alcune zone della Germania, dove esistono ancora radicate tradizioni popolari , i papà vengono festeggiati sfilando su carri trainati da buoi.
La Svizzera è il caso più strano: si festeggia a giugno come tradizione americana vuole, ma in Ticino, dove viene parlata la lingua italiana, si segue l'italiano 19 marzo.
In Thailandia il 5 dicembre si onora il compleanno del Re in carica dal '46. Probabilmente la data verrà spostata alla morte del Sovrano e all'insediamento del suo successore.
Concludiamo con la Corea del Sud, dove esiste solamente un unico giorno per rendere omaggio ad entrambi i genitori, che è l'8 maggio.



Scritto da: Linda Zuin

Nessun commento:

Posta un commento