Sonno sicuro

Ogni tanto succede... è successo ad una mia conoscente e l'ho vista prima consumarsi, poi rassegnarsi.
Io stessa fino al loro primo anno di vita la temevo, anzi, meglio dire che ne avevo il terrore.



Oggi vorrei parlarvi di un argomento.... brutto, terribile, tremendo. 
Oggi parlerò di SIDS.
L'acronimo significa freddamente Sudden Infant Death Syndrome, ed è chiamata anche Crib Death e si traduce con Morte in Culla. 
Succede che per una ragione che definirò X, il bambino muore. Proprio mentre è nella sua culla, tranquillo, mentre dorme. E succede nel primo anno di età, con maggiore rischio tra i 2 e i 4 mesi.

Ho chiamato X la ragione per cui avviene il decesso perché in effetti non c'è. Non è una causa specifica, non è una ragione fisiologica per cui un bambino smette di vivere. Non è un gene o un fattore di rischio trasmesso inconsapevolmente dai genitori.
Non esiste nemmeno una percentuale precisa, i dati rivelano un'incidenza intorno allo 0,05 dato fortunatamente in calo rispetto a qualche decennio fa, ma comunque si parla di circa 250 bambini all'anno.

Certo, purtroppo, non è possibile evitare la SIDS, ma il Ministero della Salute ha emanato una legge, la n. 31 del 2 febbraio 2006, che regola la diagnosi di questa terribile sindrome. Vi lascio il link diretto del Parlamento Italiano http://www.parlamento.it/parlam/leggi/06031l.htm  se vorrete dare un'occhiata al testo intero. In particolare all'articolo 4 questa legge promuove le campagne di sensibilizzazione per garantire un'informazione adeguata e la diffusione di alcune regole e consigli sul comportamento da adottare, da parte dei genitori o chiunque si prenda cura del bambino, per prevenire la SIDS. 

Ecco alcune regole d'oro contro la SIDS
- il bambino deve essere messo in posizione supina cioè a pancia in su fin dai primi giorni di vita.
- l'ambiente dove dorme il piccolo deve avere temperatura tra 18-20°C e in particolar modo d'inverno, non deve essere coperto con pigiamini o piumoni troppo pesanti, a maggior ragione se il piccolo ha la febbre.
- il materasso deve essere della misura del letto-culla e non eccessivamente soffice.
- il cuscino non è necessario, come anche i peluche e i paracolpi.
- i piedini del bambino dovrebbero toccare il fondo del lettino così da evitare di scivolare sotto le coperte.
- evitare il bed sharing o il co-sleeping. So che è tanto dolce dormire con il proprio bambino accanto, ma a meno che non si tratti della poppata in cui voi potete anche riposare un pò tenedolo nel vostro lettone, evitate di farlo per l'intera nottata. Il rischio di muoversi e 'schiacciare' un esserino di 50 cm mentre dormite è purtroppo elevato. E non va bene nemmeno farlo dormire nel letto con il fratello-sorella maggiore per lo stesso motivo.
- ciuccio SI finchè il bambino si addormenta, poi se lo perde mentre dorme non è importante, ma dovrebbe comunque essere limitato il primo mese perché non interferisca con l'allattamento e dopo l'anno per la formazione della dentatura.
- l'allattamento al seno materno è considerato fattore preventivo per la SISD.
- bandito il fumo vicino al piccolo da parte in primis dei genitori, e via via nonni, zii, baby sitter cioè tutti coloro che di prendono cura del bambino.

E proprio tutti dovrebbero rispettare queste regole.

Scritto da Linda Zuin



Nessun commento:

Posta un commento