colpo di calore

Estate, a mio parere la più bella stagione dell'anno, anche se le zanzare, il sudore, sentirsi sempre appiccicosi, l'aria condizionata dentro e il caldo fuori che creano uno sbalzo termico che neanche sul Sahara giorno e notte... la rendono anche quella più 'pesante' da sopportare. E proprio il caldo eccessivo rappresenta uno dei pericoli maggiori per i nostri bimbi.


Il nostro corpo mantiene costante la sua temperatura. Se il clima è freddo, cominciamo a rabbrividire e ci muoviamo di più -o ci copriamo- per produrre e trattenere calore; se il clima è caldo, sudiamo per disperdere calore.

Ma quando le condizioni meteo sono più accentuate o estreme, possono incorrere forme più 'gravi' della sola produzione invernale o dispersione estiva di calore: basti pensare alle lesioni da freddo come l'assideramento o all'estremo opposto il colpo di calore, da non confondere con il colpo di sole... e non parlo di capelli!! Il colpo di sole non sempre comporta il colpo di calore ma di certo si manifesta con ustioni sulla pelle date dalla troppa e sconsiderata esposizione al sole. Proteggetevi sempre con la crema solare!!

Ma vediamo ora da vicino il colpo di calore.
COSA E'? E' un malessere che concerne un'improvviso innalzamento della temperatura corporea.

COSA LO PROVOCA? Caldo e umidità combinati, in particolar modo negli orari più critici. Anche l'esposizione al sole può provocare il colpo di calore. Il sole fa bene ai nostri bimbi poiché aiuta la produzione di vitamina D (che fissa il calcio sulle ossa), ma affrontiamo l'astro con molta prudenza, soprattutto in estate e nel periodo 0-12 mesi del bambino.

COME SI MANIFESTA? Nausea anche fino al vomito, mal di testa, crampi, febbre. Nei casi più gravi svenimenti e convulsioni febbrili (la temperatura può raggiungere i 41°C).

COSA FARE? Se siete fuori casa, portare il bambino in una zona ombreggiata e ventilata o cercate comunque di ripararlo dal sole e fargli aria (anche con la mano o un giornale). Se vi trovate in casa, fate aerare il locale con un ventilatore e se avete l'aria condizionata, non accendetela in modo da ritrovarvi i pinguini seduti in soggiorno. Fondamentale è sdraiare il bambino e sollevargli le gambe. Dategli da bere ma a piccoli sorsi e NON freddo. Se ha febbre potete dargli un antipiretico.

PICCOLI SUGGERIMENTI PER EVITARE IL COLPO DI CALORE: vestite i vostri bambini in modo leggero, con indumenti di cotone o lino e di colore chiaro (che respinge i raggi solari). Se siete in spiaggia, al parco, in giardino, meglio usare un cappellino.
Evitate l'esposizione nelle ore più calde (dalle 11 alle 17) e limitare l'attività sportiva o il gioco di movimento sfrenato all'aperto proprio in questa fascia oraria.
Usate creme solari e protezioni specifiche per limitare i danni sulla pelle, come eritemi solari e ustioni.
Bagnate spesso la fronte e la testa dei vostri bambini, meglio se potete fare una doccia o bagnetto anche veloce per rinfrescarli un pò.
Mantenete una corretta idratazione per reintegrare i liquidi che si perdono con la sudorazione: acqua a disposizione e sempre non fredda, magari con qualche integratore specifico (chiedete consiglio al vostro pediatra). Fategli mangiare molta frutta e verdura (se ci riuscite) anche fuoripasto come merenda.

Immagine: www.4ever.eu

Come sempre, vi voglio ricordare che queste sono solo informazioni generiche che non sostituiscono il parere medico del pediatra del vostro bambino. In caso di dubbi o peggio di malore del vostro piccolo, non esitate a contattarlo o a recarvi al Pronto Soccorso.

Scritto da: Linda Zuin

Nessun commento:

Posta un commento