Il mal di testa dei bambini

Il mal di testa, o cefalea, è un tipo di dolore più accusato dagli adulti. E i bambini? Anche loro ne soffrono e non è sempre un capriccio da sottovalutare.







Il mal di testa nei bambini si sviluppa principalmente in età scolare fino all'adolescenza.
Le cause possono essere molteplici, come la familiarità e cioè se anche mamma e papà ne soffrono. E' spesso localizzato sulla fronte e sugli occhi. Se il dolore ha cadenza regolare ed è accompagnato da nausea o addirittura dal vomito o vertigini o disturbi visivi, meglio fare qualche accertamento medico neurologico perchè potrebbe trattarsi di vera e propria emicrania.

Più frequentemente, invece,  si tratta di un dolore causato dalla contrazione dei muscoli del collo e della testa... in poche parole la causa è la 'posizione dei libri' se così possiamo definirla che i nostri bambini assumono a scuola durante le lezioni e a casa per svolgere i compiti assegnati.

I fattori che favoriscono il mal di testa sono senz'altro le situazioni stressanti, come l'ansia per una verifica o la gara più importante nello sport, o ancora qualche tensione in casa e problemi con la famiglia.
Inoltre, le troppe stimolazioni luminose e acustiche come tv, videogiochi e pc contribuiscono ad una situazione favorevole al mal di testa.

Che cosa fare? Oltre che consultare il proprio pediatra, è necessaria un'osservazione 'domestica' da parte dei genitori. Questo è importantissimo per escludere cause quali il capriccio, la richiesta di attenzioni o la coccola che il bambino desidera e per valutare se davvero si tratta di un dolore reale.
Inoltre, non chiedete sempre al bambino se ha mal di testa e non parlatene in sua presenza: rischiate di sembrare troppo preoccupati e il piccolo potrebbe approfittare di questo: i bambini sono maestri in questo!!

Se si accerta una cefalea, dovreste provare a scandire con più regolarità la vita del vostro bambino: orari più omeno precisi, alimentazione regolare, riposo adeguato, riduzione dell'uso di pc, tablet, tv ecc., attività sportiva sana e divertente.

Esiste un'altro tipo di cefaleo, detta secondaria, spesso sintomo di altri disturbi ad esempio febbre alta, infezioni come l'otite, sinusite o meningite, traumi per cadute o infortuni alla testa, problemi di denti o alla mandibola o anche aglio occhi in caso di miopia. E' per questo che l'osservazione domestica è fondamentale.

I farmaci consigliati sono paracetamolo e ibuprofene sempre secondo le indicazioni del vostro pediatra perchè, come specifico ogni volta che parlo di salute dei nostri bambini, queste sono solo informazioni.

Scritto da: Linda Zuin

Nessun commento:

Posta un commento