Pelle al sole

La pelle deve essere curata 365 giorni all'anno e soprattutto la zona del viso, sempre la più esposta e sensibile. A maggior ragione, dovremo curare quella dei nostri bambini fin dai primi mesi di vita.


Il sole fa bene alla nostra pelle: secondo un recente studio dell'Università della California, sembra esista una connessione tra il cancro e la carenza di vitamina D. La funzione di quest'ultima è di fissare il calcio nelle ossa e il sole ne aiuta la sintetizzazione. Quindi poco sole=meno vitamina D= maggiore possibilità di sviluppare questa malattia.

E poi.... Provate a pensare... meglio una giornata di sole o di pioggia? Meglio l'ombrello, la sensazione di umidiccio, i capelli arruffati e bagnati... o la brezza asciutta, le mani libere da ombrelli, il calore...?!
La sunlight ha effetti benefici sul nostro umore e ci fa sentire bene riducendo lo stress, scioglie la muscolatura e influisce sulla mobilità delle articolazioni. E' stato dimostrato che migliora anche la qualità del sonno notturno oltre che ridurre la psoriasi.
Ma dalla luce solare bisogna anche proteggersi: la troppa esposizione può creare scottature e danni a lungo termine, come macchie e degenerazione di collagene ed elastina, quindi alla comparsa di segni e rughe.

Ecco perché è bene individuare il nostro fototipo ed adottare le giuste misure 'antisole'.

FOTOTIPO 1: la vostra pelle è color latte, gli occhi sono verdi o azzurri e capelli biondi o rossi. Siete estremamente sensibili e abbronzarsi è quasi impossibile. Avete bisogno di protezione solare a schermatura totale (SPF 50+) poiché rischiate gravi scottature ed eritemi. 

FOTOTIPO 2: la vostra pelle e gli occhi sono chiari, avete i capelli biondi o castani. Difficilmente questo fototipo si abbronza ma facilmente rimedia scottature. La protezione solare è fondamentale, meglio se con SPF almeno 30.

FOTOTIPO 3: i capelli sono biondo scuro e castani,  gli occhi sono scuri. La vostra pelle si abbronza ma fate sempre attenzione alle ore più calde ed usate una protezione SPF di almeno 15 o 20.

FOTOTIPO 4: Pelle olivastra, occhi e capelli scuri. Siete apparentemente abbronzati tutto l'anno e il rischio di scottature è molto basso, ma non assente quindi una protezione SPF 6 o 10 può nutrire la pelle finchè siete esposti al sole.

Vi lascio un paio di indicazioni: la pelle, di qualunque fototipo sia, ha sempre bisogno di cura, di protezione e del giusto nutrimento; questo arriva soprattutto dall'interno del corpo e cioè dalle nostre abitudini alimentari, dai benefici dell'attività fisica, l'assunzione di fumo o alcool, insomma tutto ciò che riguarda la salute.
Per esposizione al sole non intendo solo d'estate in spiaggia, ma anche al lago, campagna, colli, città o montagna e soprattutto durante tutto l'anno: anche il sole nelle limpide giornate invernali nasconde insidie per la pelle.
E per i nostri bambini? Beh, anche se hanno i ricciolini neri e i tipici tratti del fototipo 4, con loro la prudenza non è mai abbastanza: fate finta che appartengano sempre al fototipo 1 e usate con loro la massima attenzione.

E detto questo, buon sole a tutti!

Scritto da:  Linda Zuin




Cheesecake tiramisù

Indecisi se preparare una cheesecake o un tiramisù? Li facciamo entrambi! Insieme, nella stessa ricetta!



Ingredienti
250 gr biscotti secchi
150 gr burro
100 gr zucchero
200 gr formaggio fresco spalmabile
500 gr mascarpone
10 gr gelatina in fogli o colla di pesce
1 caffè
cacao in polvere (facoltativo)



Iniziamo con 3 diverse preparazioni:
- tritare i biscotti in un frullatore. Potete anche chiuderli in un sacchetto ben sigillato e passare più volte il mattarello finchè si sibriciolano completamente.
- mettere il foglio di gelatina in ammollo in acqua fredda
- sciogliere il burro a bagnomaria.



Aggiungere ai biscotti tritati il burro fuso e il caffè.
Se desiderate, potete zuccherare il caffè. Io non l'ho fatto per non aggiungere ulteriori calorie ad una preparazione già carica dal punto di vista nutrizionale e anche perchè i biscotti che ho usato erano già zuccherati.
Mescolare finchè si amalgama il composto.



Versare i biscotti in una teglia ricoperta da carta forno e schiacciare con un cucchiaio per distribuire bene tutta la base. Riporre in frigorifero finchè preparate la crema.



Ed ecco la preparazione della crema: unire il mascarpone, il formaggio spalmabile e lo zucchero e mescolare bene. Potete anche usare delle fruste se preferite.



Togliere la colla di pesce dall'acqua e strizzarla bene.
Metterla in un pentolino e lasciarla sciogliere a fuoco basso. Ci vorrà soltanto un minuto.
Togliere la colla dal fuoco, aggiungere una cucchiaiata di crema e mescolarla.
Unire il liquido ottenuto alla restante crema e mescolare bene.



Versare la crema sulla base di biscotti e riporre nuovamente in frigo per un paio d'ore.



La cheesecake è pronta, ma non sarebbe anche tiramisù senza il cacao in polvere. Personalmente non lo amo ma non potevo rinunciare ad una decorazione 'cioccolatosa': ho deciso di fare qualche piccolo ghirigoro con uno stencil per dolci. Potete anche aggiungere codette arcobaleno, gocce o scaglie di cioccolato, zuccherini colorati a piacere.
Sconsiglio la copertura fatta con gelatina di frutti rossi tipica della cheese cake perchè il sapore contrasta in modo sgradevole con il caffè.

Ecco la cheesecake-tiramisù finita.


Goditi una fetta di torta con i tuoi amici in assoluta tranquillità e relax!
Scegli il Coordinato Keep Calm and Party disponibile nel nostro Shop


Scritto da: Linda Zuin

Tempo di....vacanze!

Aspettiamo l'estate da un anno... e soprattutto aspettiamo le vacanze!
Una volta preparate le valige, fatto il viaggio, si arriva alla tanto desiderata meta per una settimana, dieci o quindici giorni, anche solo un weekend mordi e fuggi... l'importante è non farsi rovinare le ferie da piccoli inconvenienti! A tal proposito, ecco alcuni accorgimenti che potrebbero veramente 'salvarvi' il soggiorno.



Gelato al Limone

Vuoi fare colpo sui tuoi amici al momento del dolce? Allora continua a leggere qui: il tuo gelato al limone!

¿Quiere impresionar y deleitar a tus invitados al momento del postre? Entonces sigue esta presentación de Helado al Limón



Camaleonte spiritoso

Per festeggiare la tua bambina puoi organizzare una festa a tema Rapunzel. Per chi conosce la storia in versione Disney, si ricorderà che la principessa dai lunghi capelli aveva un amichetto verde, un camaleonte di nome Pascal.
Quindi, perchè non creare qualche gadget da regalare ai nostri ospiti? Ecco il mio camaleonte spiritoso!



Fiori in Gomma Crepla

Ciao! Oggi faremo dei fiori con la gomma crepla, con i quali potremo decorare piccole scatole di cioccolattini per la vostra festa. Spero siano di vostro gradimento.

Hola, hoy realizaremos flores de foami, con ellas podremos decorar las cajitas de chocolates o dulces para tus fiestas, espero sea de tu agrado



Germi & batteri

Avete fatto le pulizie di casa? Sicuri di aver pulito bene bene tutto?
Mah, forse non è così perché non avete idea di cosa si nasconda davvero in casa vostra!
Ecco qualche consiglio per stanare germi e batteri!



Limonata Rossa

Iniziano le belle giornate, le feste all'aperto sulle terrazze o al mare e per questo motivo la proposta di oggi sarà una deliziosa bevanda per l'aperitivo, anche da far assagiare ai più piccoli

Empieza la temporada de las fiestas al aire libre, en las terrazas o en el mar, por este motivo la propuesta de hoy es una deliciosa bebida refrescante para disfrutar aún por los mas pequeños 



Vestitino Rosso Cadeau all'Uncinetto

Oggi realizzeremo un prezioso ricordo per il primo anno di una dolce bambina che si potrà  accompagnare con dei dolci oppure potrai usarlo come decorazione per il baby shower

Hoy elaboraremos un precioso recuerdo de fiesta para el primer año de una bella bebe, podrás acompañarlo con dulces, usarlo como corsage o bien obsequiarlos como detalles de baby shower



Materiali
Filo rosso numero 2
Ferro adatto al filo
Tulle e nastro rosso
Forbici e filo rosso
Perline 


Materiales
Hilo rojo No.2
Aguja 1.25 mm
Tul y listón rojo
Tijeras e hilo rojo
Perlitas



Base: Tessiamo 5 cm di catene e chiudiamo in cerchio
Giro 1: Lavorare 40 maglie alte doppie su questo cerchio

Base: Tejemos 5 cm de cadenas y cerramos en circulo
Vuelta 1: Trabajar 40 Puntos Altos Dobles sobre este circulo


Giro 2: Lavorare 2 maglie alte in ciascuna delle precedenti maglie alte doppie, per un totale di 80 punti

Vuelta 2: Trabajar 2 Puntos Altos en cada uno de los puntos altos dobles anteriores, en total 80 puntos


Giro 3: Lavorare 3 catene all'aria e due maglie alte nello stesso punto, chiudere lasciando passare una catena, ripetere 10 volte

Vuelta 3: Trabajar 3 cadenas al aire y dos puntos altos en el mismo lugar, cerrar dejando pasar una cadena, repetir 10 veces


Sempre nel giro 3: lasciare passare 20 punti (questa sarà la manica) e inserire il punto successivo con quella che è la parte posteriore del vestito, continua la stessa procedura "Giro 3" inserire nella parte anteriore del vestito e chiudere al finire questo giro

Todavía en la vuelta 3: pasar 20 puntos (esta será la manga) y enganchar el siguiente punto con lo que es la parte posterior del vestido, continuar con el mismo procedimiento “Vuelta 3” enganchar a la parte del frente del vestido y cerrar al terminar esta vuelta


Con ago e filo rosso, passiamo attraverso tutta la vita del vestito per regolare la larghezza, questo è opzionale ma darà un tocco raffinato al vestito

Con una aguja e hilo pasamos través de toda la cintura del vestido para ajustar el ancho, esto es opcional pero dará forma al vestido


Per la gonna in tulle, tagliamo un pezzo di 24 cm di larghezza e 35 cm di lunghezza, pieghiamo in tre parti in lunghezza in modo che resti di 8 centimetri di larghezza, la piega andrà alla parte anteriore formando un "orlo"

Para la falda de tul, cortamos una pieza de 24 cm de ancho y 35 cm de largo, doblar en tres partes a lo largo de manera que quede un ancho de 8cm, el doblez ira al frente del vestido formando una “bastilla”


Adesso cuciamo con ago e filo il tulle al vestito 

Ahora cosemos con hilo y aguja la falda de tul a la parte tejida

Formiamo un piccolo fiocco di nastro e cuciamo una perlina tutto a mano, sigilliamo le estremità del nastro con il fuoco 

Formamos un moño pequeño y colocamos una perlita, todo cosido a mano, sellamos las puntas del listón con fuego 


Ecco, abbiamo il nostro vestito!

Listo tenemos nuestro vestidito!


Organizza il tuo evento in anticipo, ecco il Kit Digitale Cappuccetto Rosso festa stampabile, totalmente personalizzato, disponibili nello Shop
 
Prepara con tiempo la fiesta de tus sueños, aquí el kit Digital Caperucita Roja, personalizado y también disponibles en español Shop
 

Potete completare il vostro evento con i coordinati per il tavolo in colore Rosso, disponibili nello Shop

Puedes complementar tu evento con los coordinado para fiesta en color Rojo, disponibles en la Shop 


Piacere di rendere speciale la tua festa
Placer de servir en tu fiesta

Eli R.
Blogger

Frog Prince Party, Idee.

L'idea di essere invasi dai ranocchi non è che a tutte le mamme può piacere, ma sicuramente il festeggiato sarà felice di poter avere la versione mangiabile di questi amichetti.
Ecco a voi delle idee per la festa di un piccolo principe ranocchio!




Ho trovato in un conosciuto discount tedesco, ormai radicato in Italia, delle simpatiche caramelle a forma di ranocchio e ho pensato di mettere in pratica un po di idee che avevo visto sul web. In questo post troverete 4 idee da abbinare per un Frog Prince Party.

La prima idea corrisponde a quella più similare all'ambientazione dello stagno. Un tronchetto di cioccolata fatto in casa (oppure delle merendine confezionate) si può decorare con le caramelle posizionandole in modo che sembrino proprio rane che colonizzano la torta. 



Ho utilizzato solo due modelli di ranocchi verdi. Il più realistico è proprio quello col pancino bianco o verde, che sembra stia per fare un gran salto.


Un'altra idea è quella di mettere le caramelle dentro dei barattoli di vetro: sembra una collezione fatta da un bambino per combinare qualche scherzetto.


Per un lavoretto, ho pensato a degli occhiali da rana.
Occorrono: 1 cartone delle uova, elastico, colore verde all'acqua, pennello, forbici e taglierino, colla a caldo. Si ricavano due forme concave dal cartone, facendo un buco al centro seguendo il segno, le coloriamo poi di verde e le uniamo tra di loro con un pezzo di elastico prendendo la misura del ponte del naso. Poi prendiamo la misura della testa e incolliamo un altro pezzo di elastico; la forma ricorda gli occhiali per la piscina. 


L'ultima idea é quella dei fiori acquatici, fatti con dei cucchiaini di plastica, magari recuperati da una festa passata. Ci vogliono 8 cucchiai per ogni fiore. Tagliamo il manico e poi con la colla a caldo li uniamo formando i petali. I pistilli sono fatti con un pezzo di cartoncino arrotolato di colore giallo a cui prima avremo fatto dei taglietti verticali.



Poi ritagliamo un pezzo di carta verde dandole la forma di foglia e con il pennarello verde disegnamo le nervature. Posizioniamo il fiore e diamo l'ultimo tocco con un pç di colore giallo all'acqua sui petali. 




Se avete altre idee condividetele con noi!


Foto e testo: Sonia Lopez, per tempo di Festa.

Le malattie esantematiche: la sesta malattia

Abbiamo già parlato di alcune malattie esantematiche come la scarlattina detta anche prima malattia e il morbillo chiamato anche seconda malattia.
La sesta in questione è chiamata così perchè rappresenta il sesto tipo di esantema descritto nel mondo della medicina. Vediamo insieme le cause, il contagio e il decorso.




La causa della sesta malattia è l'Herpes Virus Umano tipo 6 (HHV-6) che appartiene alla famiglia dell'HSV, ovvero il virus dell'Herpes Simplex che compare sulle labbra e sui genitali. Il virus della sesta malattia però, non provoca l'Herper Simplex.

La malattia non ha una stagionalità particolare, quindi tutto il tempo dell'anno può essere contratta.
Ci si contagia attraverso muco nasale e saliva e cioè starnuti e tosse o anche semplicemente parlando perchè il virus penetra attraverso le mucose delle vie aeree superiori.

Solitamente vengono colpiti i bambini sotto i due anni di età. Dopo un periodo di incubazione che varia tra 5 e 15 giorni, compare prima una febbre alta con picchi fino a 41° C e altri sintomi lievi come raffreddore, mal di gola e malessere generale. Sembrerebbe una normale influenza se non fosse che, sparita la febbre, compare un esantema su tronco e collo, poi sul viso e sulle estremità fino a scomparire in un paio di giorni. L'esantema è rosaceo e a puntini in leggero rilievo ma non provoca prurito. Una volta che si nota il rossore cutaneo, il bambino non è più infettivo.

Non esistono vaccini contro la sesta mlattia e il suo decorso è rapido anche se la febbre alta può provocare qualche complicazione come convulsioni risolvibili con la somministrazione di un antipiretico.
Il solito consiglio che posso darvi è cercare di far bere il bambino, meglio se poco ma spesso per mantenere l'idratazione.

Non vengono somministrati antibiotici perchè la causa è un virus e non un batterio.
Per togliervi ogni dubbio, chiedete consiglio al vostro pediatra.

Scritto da: Linda Zuin

Ghiaccioli

In questi giorni di intenso caldo estivo non c’è cosa migliore di un ghiacciolo!
Più rinfrescante ancora di un gelato. Se prepariamo in casa le bevande da congelare utilizzando la frutta di stagione che preferiamo, possiamo creare un’infinità di divertenti combinazioni per l’allegria dei più piccoli e non solo.



Veliero - Decorazione Marina per le Feste

In questo tutorial vi mostrerò come fare una barca a vela con legni recuperati dal mare. Spero che vi piaccia, soprattutto se avete in programma a realizzare una festa con la tematica marina.
En este tutorial voy mostrarles como hacer un divertido velero con leños recuperados del mar, espero les guste sobre todo si tienen planes de realizar una fiesta con la temática marina




Farfalla in Gomma Crepla

Oggi ti mostrerò come realizzare una bellissima decorazione per le feste, utile sia per decorare il tavolo che da appendere al soffitto della stanza o agli alberi

Hoy elaboraremos una bella decoración para fiestas para colocar en las mesas, colgando del techo o volando entre los arboles



I piedi piatti

Negli ultimi anni si sta diffondendo il timore dei piedi piatti nei bambini.
Vediamo come riconoscerli e cosa fare a riguardo.